CONSIGLI PER L’ESTATE ROMANA

torre di babele (70)

Anche d’estate Roma offre ai suoi visitatori un’ampia gamma di attrattive e, nonostante il caldo, è possibile girare la città e scoprire i suoi segreti e le sue bellezze. Per evitare l’afa delle ore più torride consiglio innanzitutto di fare scorta d’acqua. L’acqua pubblica di Roma, che sgorga ovunque in città tramite le tipiche fontanelle a “nasone”, è tra le più buone al mondo e non costa nulla, in questo caso risparmierete soldi ed eviterete di inquinare la città con le bottigliette di plastica.

In una pausa tra un museo e una chiesa antica potete visitare qualcuna delle ville disseminate per la città, un tempo dimore nobiliari e adesso parchi pubblici, qui si può trovare facilmente refrigerio e al contempo godere della bellezza di giardini e strutture architettoniche singolari, come la Casina delle Civette a Villa Torlonia, una delle ville più piccole e meno conosciute dai turisti ma sicuramente tra le più affascinanti.

Durante il giorno è doverosa almeno una sosta per un gelato. Roma è piena di gelaterie buonissime, l’importante è diffidare da quelle più commerciali che espongono gelati dai colori fluorescenti e poco invitanti. Storica è la gelateria San Crispino vicino alla fontana di Trevi (provate assolutamente le creme!) altrimenti date una possibilità anche a gelaterie più nuove, come Fattori (a viale Ippocrate, a due passi dall’Università La Sapienza) e La Fata Morgana (a piazza Crati), entrambi i locali hanno una scelta di gusti meno convenzionale ma altrettanto gustosa.

Non ci scordiamo poi che Roma è una città che si trova a soli 20 km dal mare: Ostia è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici dalla stazione di Piramide, e oltre ad ospitare stabilimenti balneari e locali aperti fino a tarda notte, offre lo spettacolo di rovine antiche risalenti al VII secolo a.C. . Se siete interessati invece a situazioni più selvagge e tranquille, e sopratutto a un mare più pulito, dovete allontanarvi un po’ di più dalla Capitale.

Nei pressi di Anzio, Nettuno e Sabaudia ci sono le spiagge più belle, tra tutte la più suggestiva è forse Torre Astura, un’isoletta circondata da una pineta dove si può fare il bagno intorno ai resti di una fortificazione medievale. Se l’acqua salata non è di vostro gradimento, potete optare per il lago Albano a Castel Gandolfo, a meno di un’ora di macchina o treno da Roma. Al ritorno poi potreste fermarvi in
una delle tante “fraschette” diffuse nella zona dei Castelli Romani, vicino al lago. Le “fraschette” sono tipici locali di ristorazione che offrono prodotti del luogo, come vini, formaggi e salumi, a prezzi molto contenuti.

Tornati in città con il fresco e il sole in procinto di tramontare non avrete difficoltà a trovare un bar per un aperitivo, da qualche anno ormai un vero e proprio rito di aggregazione giovanile. Sono davvero tanti i locali a Roma dove poter consumare un buon cocktail in un’atmosfera piacevole, aperta di recente la terrazza del Lanificio a Pietralata, una zona non proprio centrale ma sempre più viva, è sicuramente una delle soluzioni migliori. Non molto distante da lì, in un’area periferica vicina alla via Prenestina chiamata Centocelle, c’è la vineria Ombralonga che, pur non avendo un impatto scenico come gli altri locali sulle terrazze, offre bevande e cibi della tradizione veneziana, come il famoso spritz, a prezzi popolarissimi (con neanche 5 euro si mangia e si beve fino a scoppiare!). Non è un locale molto turistico, ma andare in posti del genere può essere un’ottima occasione per entrare in sintonia con la vera gioventù romana.

Se non siete riusciti ancora soddisfare il vostro appetito vi consiglio di tornare in centro con la linea di tram 19 che collega la periferia di Roma con le zone più turistiche, dove è davvero suggestivo perdersi nel cambiamento di paesaggio, dai palazzoni pieni di murales fino ai caffè chic, lo zoo e i monumenti. A questo punto potete rifocillarvi e divertirvi nei quartieri della cosiddetta “movida”, le aree di ritrovo serale dei giovani. Campo de’ Fiori, nel cuore del centro storico, è uno dei più classici punti notturni d’incontro, pieno di ristoranti e pub frequentati da tantissimi stranieri che rendono l’atmosfera decisamente vivace. Un clima simile si respira intorno a piazza Madonna dei Monti nel rione Monti, da tempo ormai uno dei quartieri più di moda della Capitale, simbolo della sottocultura hipster.

Trastevere è un’altra meta d’obbligo e passeggiare costeggiando il fiume Tevere di notte è indubbiamente affascinante. In zona in questo periodo ci sono ben due festival di cinema all’aperto, a piazza San Cosimato, totalmente gratuito, e sull’isola Tiberina, dove l’ingresso non costa più di 5 euro. La programmazione è varia comprende le classiche pellicole d’epoca e le ultime uscite, e i film vengono spesso proiettati in lingua originale.

Limitrofi alla città universitaria San Lorenzo e il Pigneto sono i quartieri della vita notturna studentesca, qui potete mangiare le pizze più economiche e buone della città, o sedervi in locali che hanno fatto da sfondo a film storici italiani (come il Bar Necci in “Accattone” di Pier Paolo Pasolini).

Se tutto questo non vi fosse bastato in estate a Roma ci sono tantissimi eventi musicali all’aperto. Per chi predilige la musica elettronica, in special modo l’house e la techno, il Circolo Andrea Doria rappresenta sicuramente la scelta migliore considerando la quantità e la qualità de dj italiani e internazionali chiamati ad esibirsi. Purtroppo si trova in una zona nei pressi di Tor di Quinto non collegata dai mezzi pubblici ed è raggiungibile solo con la macchina o con un taxi. Altrettanto interessante è il festival multiculturale che si svolge fino a metà agosto nella piccola isola del laghetto di Villa Ada con una programmazione fitta di concerti rock, degustazioni e workshop alternativi come quello di fonia.

Non si può però concludere degnamente la serata se non passando per uno dei tipici rivenditori notturni di cornetti aperti fino all’alba. Il famoso “Sorchettaro”, vicino alla stazione Termini, è probabilmente il più famoso tra i “cornettari” romani, e la sua fama è ampiamente meritata.

(text provided by Torre di Babele, TANDEM Rome)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s